Percorso Diagnostico

veinliteIl percorso diagnostico flebologico, prevede la possibilità, ove necessario, di eseguire la proiezione ad alta risoluzione con proiettore HD (c) delle immagini Ecocolor Power Doppler (a), utilizzando le sonde ecografiche ad elevata elaborazione di immagine, con possibilità di studio venoso tridimensionale per trans luminescenza oppure con visore venoso / chemiometria N.I.L.) dedicato allo studio venoso di profondità. Lo studio della patologia venosa, viene attuato tridimensionalmente anche con strumentazione Veinlite 150 o per esigenze di maggiore superficialità della localizzazione delle vene da visualizzare con Veinlite a Led, che utilizza la luce alogena proiettata con fibra ottica ed un angolazione focale che consente una buona visualizzazione dei reflussi venosi superficiali incontinenti (venendo la luce proiettata sull’ epidermide assorbita dalla stasi emoglobinica e quindi dal Ferro, contenuto nei globuli rossi del sangue soggetto al reflusso patologico ed ivi ristagnante), rendendo possibile la regolazione del grado di visualizzazione con la regolazione da un minimo a un massimo della quantità di luce emessa, secondo la necessità diagnostica e la profondità di studio rispetto all’ epidermide. Utilizzo inoltre le innovative tecnologie di imaging della chemiometria N.I.L. con Vein Viewer GS, strumento che si è posto all’ attenzione scientifica e tecnologica, avendo vinto il prestigioso premio internazionale Red Herring nel 2007.
Lo strumento non invasivo consente di guardare le vene insufficienti, con un grado di profondità per le vene superficiali superiore ad 1 cm. sotto il derma, essendo le vene perforanti rilevate visivamente per il maggiore assorbimento spettrale dell’infrarosso a causa di una maggiore stasi ematica specifica delle perforanti stesse (ben più scure dunque per l’elevatissimo assorbimento) là ove il ferro dell’emoglobina presenta stasi venosa, attraversando le vene perforanti stesse, perpendicolarmente la fascia muscolare (e rivelando il reflusso e la stasi ematica anche nelle vene muscolari più in profondità) che è più riflettente per il suo colore chiaro con superficie piatta, liscia e con maggiore gradiente termico all’infrarosso rispetto al derma sopra-fasciale (e dunque più idonea per i fenomeni di forte riflessione spettrale dell’infrarosso), memorizzando grazie ad una porta USB le immagini venose del prima e dopo trattamento. Il suo utilizzo in flebologia è complementare alla visualizzazione del sangue venoso (nello specifico, dei globuli rossi ammassati nelle vene patologicamente soggette al reflusso del sangue venoso) nelle grandi e piccole safene patologicamente affette da insufficienza valvolare e di grande efficacia inoltre nei reflussi dalle vene perforanti.

veinviewerUn Nuovo Concetto

Accanto al Veinlite ed agli strumenti di trans-luminescenza abitualmente utilizzati in flebologia e che utilizzano luce alogena di variabile intensità applicata all’epidermide trasmessa con fibre ottiche, la chemiometria N.I.L. con Vein Viewer GS si pone come un sistema di imaging venoso superficiale avanzato.

Risultati visibili:

La chemiometria N.I.L. è stata testata ed è conforme allo standard IEC60601-1-2 per la compatibilità e totale innocuità elettromagnetica (EMC) e per l’innocuità di emissioni in conduzione e radiazione, con conseguenti certificazioni CE e FDA, che ne hanno consentito l’introduzione attuale anche presso l’Ospedale Pediatrico “Bambin Gesù” di Roma, autorizzandone l’uso per la pratica della venipuntura atraumatica neonatale.

Il mio lavoro di medico è totalmente focalizzato nel recupero funzionale venoso degli arti inferiori : la possibilità di memorizzazione computerizzata delle immagini venose patologiche in Bianco e Nero su chiave USB, in tale diagnostica, consente di memorizzare l’ IMAGING PRIMA-DOPO, nel trattamento del caso clinico.

8 gin_dx_2

 Una teoria può essere così giusta, che proprio per questo la si butta via.   ( Elias Canetti )

Bibliografia Essenziale:
  • Zeman HD assignee. Contrast enhancing illuminator. US Patent S,969,754. 1999 Oct 19.
  • Zeman HD , Lovhoiden G., Vranken C., Danish R. Prototype vein contrast enhaner. Opt. Eng. 2005;44:086401.
  • Redish W, Petzer RH Localized vascular dilatations of the human skin: capillary microscopy and related studies. Am Heart J 1949;37:106.
  • Miyake RK, Duarte FH, Fidelis RJ, Miyake H. New leg veins air coiled treatment using 1064 nm laser combined with sclerotherapy: technique description and one year follow-up. Lasers Med Sci 2003;18:522.
  • The Pathology and Surgery of the Veins of the Lower Limb, 2nd ed. By H. Dodd and F.B. Cockett. Edinburgh: Churchill Livingstone, 1976.
  • Miyake H , Miyake RK , Tratamento das microvarizes e telangectasia. In: Maffei Fh, Lastria S, Yoshida WB, Rollo HA, editors. Doenc , as vasculares perifericas. Rio de Janeiro: Medsi 2002:p.1563-80.